L'Asilo Nido che cambia...

Pubblicato: Lunedì, 22 Settembre 2014

Il mondo cambia, cambiano le prospettive, la società, il modo di vivere, la famiglia e anche gli asili nido. Negli ultimi anni l'attività didattica all'interno degli asili è diventata molto più articolata e complessa e, soprattutto, sono cambiati gli obiettivi, gli scopi. A differenza di prima, oggi la priorità dell'asilo nido non è quella di offrire un parcheggio ai genitori. L'asilo nido non è solo un posto dove lasciare in custodia il bambino ma una scuola in piena regola, un luogo dove si insegna e si apprende, uno spazio dove, prima delle esigenze pratiche dei genitori (ai quali peraltro vengono offerti una varietà di servizi di sostegno alla genitorialità di incredibile valore), il centro di tutto è il bambino e la sua crescita. Gli obiettivi educativi mirano al potenziamento delle qualità e delle capacità di ogni piccolo alunno, per aiutarlo a crescere attraverso il gioco e le attività in un ambiente rassicurante e sereno, nell'autostima e nella piena consapevolezza di sè. Molteplici sono le iniziative che arricchiscono la normale programmazione didattica e che mirano a potenziare e valorizzare le capacità creative, manipolative, psicomotorie ed espressive di ogni singolo bambino: attività speciali, laboratori sperimentali di lingua, botanica, motricità Lo scopo è quello di capire le peculiari potenzialità di ogni bambino e di valorizzarle, di accrescerle: ogni bambino è speciale e, sebbene piccolissimo, racchiude in sè grandi capacità, grandi possibilità che all'interno dell'asilo si cerca di scoprire in collaborazione con i genitori, in un percorso di crescita del bambino e di tutta la famiglia, per aiutare, insieme, i piccoli a scoprire e ad inserirsi nel mondo, lo stesso in cui un giorno dovranno camminare, più forti, da soli.

Share
Visite: 773

Iscriviti alla Newsletter!