Una Scuola a misura di Genitore

Pubblicato: Lunedì, 22 Settembre 2014

Siamo solitamente abituati a concepire la scuola come contesto in cui alunni ed insegnanti vengono considerati gli unici partner attivi del processo didattico. E' comprensibile, dal momento che la scuola e' per eccellenza il tempio del sapere che prevede necessariamente un'interazione dinamica tra colui che trasmette cultura, il docente, e colui che apprende, lo scolaro. Ma per "cultura" non si intende esclusivamente un passaggio di informazioni nozionistiche e questo la scuola lo sa bene; lo dimostra il faticoso percorso di rinnovamento che ha investito il mondo dell'istruzione e che porta in primo piano un nuovo modo di fare cultura, aprendo le porte al mondo esterno ed ampliando i confini oltre le quattro mura dell'edificio. Una scuola nuova, una scuola che lancia uno sguardo incuriosito all'intera comunita'. Ed e' proprio in questo processo di cambiamento che la scuola puo essere concepita anche come un luogo destinato alle famiglie, luogo di incontro, di socializzazione e di confronto fra generazioni diverse. Pensiamo a quante aule inutilizzate sono presenti in numerosi edifici scolastici e come potrebbero essere, invece, recuperate e allestite in modo funzionale. L'idea di predisporre uno spazio rivolto alle famiglie all'interno della scuola nasce proprio sulla base di tali considerazioni. Un ambiente confortevole in grado di accogliere una biblioteca e una emeroteca e dotato, inoltre, di un angolo multimediale. Un luogo dove promuovere iniziative, condividere esperienze o anche semplicemente ritovarsi e conoscersi. Ma anche un contesto dove poter realizzare attivita' con i propri figli, fornire un supporto alla didattica, dar vita a dei piccoli gruppi di studio, elaborare il giornalino della scuola o organizzare una rassegna stampa. Uno spazio, dunque, dalle mille sfaccettature dove ciascun genitore puo diventare una risorsa per l'altro e nello stesso tempo per i bambini del quartiere. Questo significa promuovere il coinvolgimento dell'intera comunita' e poter vivere il contesto scolastico come luogo in cui fare cultura in senso ampio e diversificato, ma soprattutto dove la conoscenza, l'esperienza, il sapere personale possono trovare un'integrazione a diversi livelli. L'avviamento di uno spazio di questo tipo nel contesto scolastico offre, infatti, diverse opportunita': i genitori e gli insegnanti possono collaboarre per dare vita a progetti didattici da realizzare in classe o durante il tempo ibero; le famiglie possono partecipare ad incontri di gruppo su tematiche di interesse comune, approfondendo e condividendo percorsi di vita personali. Madri e padri possono usufruire dello spazio per supportare i propri figli nello svolgere ricerche, approfondire questioni affrontate in classe, realizzare gruppi di lettura, avvalendosi anche dei testi della biblioteca oppure navigando in Internet. Senza dimenticare l'apporto dato dalle comunita' multietniche presenti nei quartieri. Una risorsa di indiscutibile valore se pensiamo alla possibilita' di scambio culturale e sociale, di approccio e approfondimento degli stili di vita e delle diverse tradizioni etniche e religiose. Una scuola per conoscere e nello stesso tempo produrre conoscenza, con il contributo di tutti, famiglie comprese.
Una scuola, quindi, a misura di Genitore!

Share
Visite: 781

Iscriviti alla Newsletter!